Fundings

URI permanente per questa collezione

Sfogliare

Immissioni recenti

Ora in mostra 1 - 5 di 14
  • Funding
    Dispersion and stability in incompressible fluid dynamics
    Studio di proprietà di stabilità per tempi lunghi in equazioni di idrodinamica
  • Funding
    sustainable HYdrogen powered Shipping
    L'obiettivo generale di sHYpS è sostenere la decarbonizzazione del settore marittimo, facendo leva su precedenti e in corso lavoro e investimenti effettuati da Viking e alcuni membri del consorzio. Svilupperà una soluzione a base di idrogeno, che può essere adattata a più tipi di navi e in alcuni casi possono già raggiungere l'obiettivo dell'IMO per il 2030 e il 2050. Il progetto svilupperà un (i) romanzo container intermodale di tipo c ISO da 40 piedi per lo stoccaggio dell'idrogeno, (ii) la progettazione dettagliata completa di un propulsore containerizzato modulare basato su celle a combustibile PEM ottimizzate e (iii) la loro logistica dedicata. Da un lato il progetto definirà una logistica basata sullo scambio di precompilati container, invece, definirà uno scale-up prospettico della capacità di stoccaggio e dell'offerta applicata al caso d'uso del porto di Bergen. Ciò consentirà di avviare una catena di approvvigionamento senza attendere che l'intera infrastruttura sia in atto. Mostriamo come questo approccio può supportano già una parte notevole delle navi nelle acque dell'UE. Il progetto utilizzerà la finestra di opportunità delle nuove costruzioni di 1 Viking Nave Ocean Cruise per installare il sistema di stoccaggio a bordo con il sistema completo di gestione del gas e gestione dell'energia e testarlo durante la crociera di shakedown entro il 2026, con una cella a combustibile a potenza limitata. Quando saranno operativi i 6MW (decisione di investimento pendente by Viking) ciò consentirà di ridurre del 50% le emissioni in una crociera sul fiordo di 14 giorni. I risultati a medio termine sono notevoli, dal momento che Viking ha a programma di costruzione di 6 navi da crociera oceanica entro il 2030 e diverse navi fluviali. Con la giusta logistica in atto, la tecnologia dei container ISO può svilupparsi in centinaia di unità all'anno. Nel frattempo, il design migliorato del contenitore di questo progetto si avvicinerà di più segmenti in applicazioni marittime e IWW e guarda a centinaia di navi nel portafoglio ordini delle flotte commerciali. La catena del valore include fornitori di LH2, dando l'opportunità di accelerare una fornitura di migliaia di tonnellate di LH2 all'anno nei prossimi 20 anni.
  • Funding
    Unravelling the intertwined correlated states of matter in moiré superlattices
    Si veda per dettagli la versione inglese dell'abstract.
  • Funding
    Source and mobility of mercury within a continental magmatic system
    Il mercurio (Hg) è un elemento volatile usato per applicazioni industriali e tecnologiche ma che può essere potenzialmente tossico per ogni tipo di ecosistema. Nelle Scienze della Terra, l’accumulo di Hg nelle sequenze sedimentarie è usato per collegare le maggiori crisi biologiche e climatiche dell’Era Fanerozoica con eventi vulcanici. Questo è dato dal fatto che il degassamento vulcanico è il meccanismo principale di rilascio del Hg nell’atmosfera. Se da una parte la comunità scientifica si sta interessando sempre più a questo aspetto, rimane ancora poco chiara quale sia la sorgente da cui qualsiasi sistema vulcanico acquisisce il suo contenuto in Hg prima del degassamento. I pochi studi che fino ad ora hanno cercato di capire il comportamento del Hg all’interno della Terra hanno adottato procedure di preparazione dei campioni e analitiche che possono avere, involontariamente, sotto- o sovrastimato il contenuto di Hg nelle rocce. Il progetto STECALMY cercherà di comprendere le principali sorgenti ed il trasporto di Hg nella crosta Terrestre studiando il Sistema Magmatico del Sesia (SMS), localizzato nel Sudalpino occidentale. Questa zona espone un sistema magmatico continentale che può essere studiato dalle sue radici profonde fino ai suoi prodotti vulcanici. Attraverso una rigorosa procedura di preparazione dei campioni e la valutazione di differenti metodi analitici, verrà sviluppato un protocollo analitico e metodologico per ottimizzare le analisi di Hg in rocce cristalline. Successivamente, questo protocollo verrà usato per investigare la concentrazione del Hg in rocce provenienti dall’SMS e che saranno attentamente selezionate. Verrannno analizzate rocce magmatiche non-contaminate e non-degassate, rocce metamorfiche della crosta in cui queste rocce magmatiche si sono messe in posto, e i prodotti vulcanici eruttati in superficie. Verrà studiata la petrografia e geochimica degli elementi maggiori ed in tracce di queste rocce per quantificare la perdita o l’acquisizione di Hg nei magmi durante l’assimilazione di rocce crostali, la loro cristallizzazione e il loro degassamento in settori continentali. Attraverso una robusta procedura metodologica, il progetto STECALMY produrrà il primo modello che provi a descrivere le sorgenti ed il trasporto del Hg in un sistema magmatico continentale.
  • Funding
    East European Literary Magazines in the period 1960-2000: testing the boundaries and paving the way to democratization.
    L'obiettivo del progetto "East European Literary Magazines 1945 – 2004: Testing the Boundaries and spiaving the way to democratization" (LITMAG) è quello di affrontare la mancanza di documentazione, analisi e consapevolezza pubblica del ruolo delle riviste letterarie europee, in particolare delle riviste letterarie dell'Europa orientale riviste, come voci di opposizione ai regimi autoritari e totalitari nel secondo dopoguerra, e – in seguito – come veicoli di transizione e consolidamento democratico nel periodo di adesione all'Unione Europea e di adesione all'UE. Il consorzio del progetto, che riunisce 8 partner di progetto provenienti da 6 Stati membri dell'UE (Slovenia, Italia, Polonia, Austria, Ungheria e Lituania), raggiungerà l'obiettivo del progetto raccogliendo materiale originale (stampa) e testimonianze orali (foto, video) e modellando il materiale in una mostra di viaggio interattiva, attraverso una serie di conferenze globali sull'argomento del progetto e una pubblicazione del libro di progetto rivolta alla comunità accademica e professionale. Responsabile del progetto: BELETRINA ACADEMIC PRESS Partner in Slovenia: Centro di ricerche scientifiche di Capodistria Partner in Italia: Università di Trieste
      39